Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2015

It's another B.

Con un certo ritardo ho visto - e finito di vedere - Better call Saul. Era da tempo che non mi interessava così tanto il destino di un personaggio on screen, o almeno: che mi interessava nella maniera in cui ti interessa il destino delle persone vere, perché siamo tutti d'accordo che Jon Snow non è una persona vera, come pure Will Graham o Vanessa Ives. Sicuramente Don Draper era una persona vera, come pure Walter White, ma il loro destino mi stava a cuore in una maniera perversa, come ti sta a cuore un esperimento psicologico: vuoi vedere dove arriva, quando si rompe, c'è una strana empatia ma maligna.  La storia di Jimmy Mcgill invece è come certi romanzi o certi racconti: vicina quel tanto che basta per lasciarti a pezzi, e vuoi vedere come finisce ma hai paura che sarà l'ennesima altra mazzata sui denti. E' tutta umiliazioni e sorrisi tirati e calci in culo.



Verso la terza o quarta puntata ho detto ad alta voce Ma quante ne potrà sopportare ancora? Non so mica se…

Cambia qualcosa nel finale.

Ho pensato che, in fondo, siamo grandi ottimisti, anche quelli di noi più cinici e scazzati, anche quelli che hanno visto tutto e hanno letto tutto, perché andiamo sempre fino in fondo e sopportiamo, come se ne dipendesse la vita, merda come la seconda stagione di True detective soltanto nella speranza che possa andare meglio verso la fine.
Da oggi assumerò questa come pietra di paragone, a favore di tutti quelli che mi diranno che sono negativa o penso sempre al peggio.
Io ho guardato la seconda stagione di True detective fino alla fine perché credevo potesse migliorare. Puoi dire che sono una sognatrice but I'm not the only one.


Da quando ho attivato la modalità santona buddhista la mia vita lavorativa ha visto un miglioramento spaventoso (no more sbranare i capi, no more picchiare tutti forte con un Devoto-Oli), ma la conseguenza è stata che mi sono ritrovata con la reattività di una medusa. Voglio solo dormire e dormire ancora un po' e giocare a Two dots sul telefono e poi…