Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

52 Weeks Mix Project #4

[Provate anche voi l'emozione di scrivere un post dall'ufficio buio in cui vi trovate assolutamente da soli alla luce del punto 4]


1. La noia.
Mi ammalo e rimango a casa da lavoro. Mi lacrimano gli occhi, mi scorre il naso, sono febbricitante, ho uno starnuto perennemente pronto in canna che non parte. Non parte mai.
Praticamente non ci vedo.
Sto 24 ore senza fare niente. Non leggo, non scrivo, non parlo, non guardo la tv perché non sono fisicamente in grado di farlo.
Sono un fottuto esperimento scientifico.
Qualcuno ride di me, dietro un vetro, e prende appunti.

2. Houston abbiamo un problema.
Forse l'ho già scritto da qualche parte. La mia bff disse che ok, il lavoro di merda. Ok, le illusioni che ci hanno fatto vivere bene ma nell'ignoranza. Ok, i sogni infranti. Però il tempo passato a lavorare, la consapevolezza che a qualcuno serve quello che fai ti ripaga, non di tutto, ma di qualcosa.
Ebbene, l'ufficio sta implodendo su se stesso solo perché manco un paio d…

Alcune cose che mi ha insegnato Nabokov.

[Sono a casa da tre giorni con un disgustoso raffreddore. Non credete a quelli che dicono "No dai, che palle, non vedo l'ora di tornare in ufficio": sono dei falsi bugiardi, io a casa ci sto benissimo, anche quando mi soffio talmente il naso da finire per assomigliare a Lord Voldemort. E poi leggo, buon Dio. Finché gli occhi non chiedono pietà. Ho questo tomone, comprato approfittando del 25% di sconto sul catalogo Adelphi. Mi sta facendo molta compagnia e mi sta insegnando un mucchio di cose. Alla fine, la crescita morale e spirituale è sempre gradita.]

Tutti dobbiamo morire.Tutti possiamo morire di una morte violenta.E' possibile morire di una morte non -violenta, e cioè di malattia.Se ami tanto i tuoi figli questi moriranno per una misteriosa infenzione delle vie respiratorie nel bel mezzo della primavera.Se ami (se ami di un amore russo), l'oggetto del tuo amore morirà.Se ti sei appena sposata, il tuo sposo morirà prima di poter consumare il matrimonio, cioè t…

52 Weeks Mix Project #3

Terza settimana. Che ho fatto in questi sette giorni? Invecchio e dimentico. Per fortuna l'ho scritto.

1. Se prima eravamo in 4 adesso voi 3 state per cazzi vostri e io qui, sola.
Mi sono ripetuta più di una volta "sembra ieri, sembra ieri". Tutto sembra ieri, ho il cappello di lana poggiato sulla tua spalla sinistra. Sembra ieri che è agosto, i capelli che mi si arricciano attorno alla fronte, contro la tua maglietta, dal lato sinistro. Sembra ieri che ti faccio leggere i capitoli di questa cosa che scrivo e ne facciamo schemi sui tovaglioli del bar. Sembra ieri che non so come occupare le mattine e mi aggrappo alla mia fragile routine con precisione nazista. Eppure le occupavo, le mattine, ed eravamo una folla in un mondo perfetto di cui creavo le regole.
(E' lunedì, cosa altro potrei aspettarmi se non dosi ospedaliere di disagio esistenzial-lavorativo?)

2. La citazione
In quel silenzio mi addormentai, esausto per la felicità della mia giornata, una felicità che non …

Mi sono depressa, nella chat di uozzapp.

Ieri ho parlato su uozzapp con un amico che non vedo mai. Tutor #2, ricordate?
Parlavamo dei soldi che ancora non ci hanno dato per aver fatto i tutor. Vabè.
Lui mi ha chiesto come andava il nuovo lavoro e io gli ho chiesto come andava il suo.
Mi pare che noi trentenni stiamo a parlare sempre, più o meno, delle stesse cose e cioè: il lavoro e i soldi e i soldi che non ci danno per aver lavorato e il lavoro che non troviamo per portarci a casa dei soldi.
È davvero una seccatura.
È seccante ammettere di rientrare così prevedibilmente in un categoria o in una fascia di età o in una generazione.

Come ti vanno le cose?
Lo sai meglio di me. È così per tutti.

All'infinito con chiunque. Senza una sorpresa o la speranza di o la follia del miracolo.
Siamo diventati tristi. Non voglio dire che ci hanno fatto diventare tristi perché non ci credo molto.

Così mi sono depressa, nella chat di uozzapp.
Ho detto al mio amico

Sì, però non smettere di scrivere poesie

perché era una cosa che faceva, e …

52 Weeks Mix Project #2

Si inizia, dunque, questa settimana? Si inizia.



1. La canzone.


Augustines - Nothing To Lose But Your Head on MUZU.TV.

Io tenderei a prentendere grandi cose dall'album di prossima uscita, ma solo perché voglio vedere il bicchiere mezzo pieno e credo negli arcobaleni e nei gesti spontanei di gentilezza.

2. La citazione.
"Dicono che il seme di ciò che faremo è in noi tutti, ma a me è sempre sembrato che in coloro che affrontano la vita scherzando quel seme sia coperto da un humus più ricco e da un letame di migliore qualità". Ernest Hemingway - Festa mobile

Mi piace la gente piena di merda buona, per coltivare campi e piantagioni di banane.

3. Non succede niente per voi, per me qualcosa.
E' meglio che non dica proprio a tutti cosa mi fa davvero paura perché posso affermare, con una certa antipatia e sicurezza, che non fa paura a nessun altro. Questo mi rende Sua Altezza La Regina dei Disadattati. Qualche volta mi va bene. Tipo: la mattina vado in ufficio accendo il comput…

52 Weeks Mix Project.

[Facciamo che oggi qui è tipo un salotto e parlo con voi dei recenti accadimenti sui vostri blog?]

Amici, io vi invidio un casino.
Soprattutto la bella Mareva, la bella Nadia, la bella MechanicalRose, la bella Pretty in Mad. Voi con le vostre stupende macchine fotografiche e la dialettica sciolta e la disciplina di un vietcong.
Io AMO i vostri progetti 365 giorni, 52 settimane, 8760 ore.
Il 31 dicembre 2014 vorrei poter riguardare indietro ai giorni trascorsi e, ubriaca persa, avere il tempo di dire un attimo prima di vomitare, Che anno figo ho passato, ecco qui le prove in bella grafia! BLUURP!

Non ci riuscirò mai.

Non ho tempo, con i miei orari da mondina, e stento a liberarmi di quello stupido condizionamento chiamato ispirazione che, ormai lo so, non esiste, me lo ha insegnato Hemingway.
Siedi alla scrivania e fatti il culo, mi pare abbia scritto da qualche parte.
Ogni volta vorrei mettermi a scrivere guidata dalla mano divina e indossando la tunica che meglio si intona al verde d…