lunedì 18 novembre 2013

Masterpiece - Nel cassetto io ho la dentiera.

Ieri scoppiettante esordio per Masterpiece, il talent letterario di cui famosi scrittori non vogliono prendersi la paternità.
Talent letterario.

TALENT LETTERARIO.

Una cosa tipo 'ne resterà soltanto uno' ma senza il sesso sotto fortini di cuscini e coperte.
Cosa rimane allora?
Gente che vuole scrivere.

GENTE CHE VUOLE SCRIVERE.

Gente che ha scritto un romanzo e lo vuole pubblicare. Come tutti. Come me, come te, come la mia vicina di casa.
Persino quello stronzo di mio padre ha scritto un romanzo, per dire.

'Che bella idea' ho pensato.
'Non è che possiamo stare tutta la vita a seguire le nomination nel confessionale'.

E invece era meglio Taricone, buon'anima.

Masterpiece è un frullato di tutti i talent che avete già visto, con l'aggiunta che non potete sapere di cosa stanno parlando.
'Il tuo libro fa schifo, sai?' dice all'aspirante scrittore il cattivissimo giudice che, in cameretta, ha il poster di chef Gordon con le braccia incrociate.
E noi da casa facciamo boh con la faccia. Mica l'abbiamo letto il libro.di questo. Ci fidiamo come ci fidiamo quando dicono che fa schifo il libro di Volo.

Ripetere per due ore.

Ora: immaginate la riunione degli autori.
"Si raga, la letteratura, rai3, la seconda serata, quello che volete: ma è pur sempre la tivì. Cosa gli facciamo vedere agli idioti a casa? Dove la mettiamo la saspens?"
Tutti si accarezzano pensosi il mento.

Soluzione: gli facciamo vedere C'è posta per te.

Casi umani, disadattati, bruttisporcattivi, genitori violenti, turbe psichiche, sessuali, di relazione.

-Cosa fai nella vita?
-Soffro.
-Sarai uno scrittore sensazionale, porcazzozza, c'hai pure lo stesso naso di Carver.

Ecco il talent letterario, che non parla di letteratura o di scrittura, né le fa vedere, ne le rappresenta in qualche modo.

Una cosa però Masterpiece può insegnarcela.
Con un semplice test ispirato alla trasmissione possiamo scoprire se saremo grandi scrittori.
Gioca con noi!

Hai malattie mortali?
I tuoi genitori si colpivano le rispettive nuche con pentolame in ghisa?
Sei molto brutto?
Non contempli la doccia come atto dovuto al prossimo?
Sei anoressica?
Hai scelto la castità o la prostituzione come stile di vita?
Hai venduto il tuo corpo a galeotti tatuati?
Fai il panettiere?
Piangi con facilità?
Nessuno ti si piglia?
Usi droghe leggere medie e pesanti per trovare l'ispirazione?
Ti ubriachi con il Vov?
Credi di essere il nuovo Dante Alighieri e però Dante Alighieri è stato sempre un po' sopravvalutato?

Se hai risposto Sì ad almeno la metà di queste domande hai le carte in regola per partecipare a Masterpiece.

Io no, per esempio, perché in casa le pentole di ghisa non le avevamo.

Share This:    Facebook  Twitter  Google+

23 commenti:

  1. Mi è cascata la mascella... non pensavo che lo facessero veramente sto programma.

    RispondiElimina
  2. Di robe brutte ne ho viste in tv...ma questa! Non si può nemmeno dire che sia trash perché l'idea, in fondo, non era malaccio. Poi però sono arrivati i casi umani, perché i casi umani in tv non possono mancare.
    Insomma, cose che ti fanno mancare La Talpa (quasi).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preferisco un trash sincero che un intelletualoide bugiardo.

      Elimina
  3. i miei avevano un vassoio di ghisa, può andare ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta che ti abbia segnato moltissimo.

      Elimina
    2. devo avere una cicatrice da qualche parte ...

      Elimina
  4. Leggi questo, quando hai voglia: http://www.finzionimagazine.it/news/approfondimento-news/finalmente-masterpiece/

    Io non l'ho visto. Non mi ha ne incuriosita né spinta ad accendere la tv. Però leggendo l'articolo che ti ho postato mi chiedo: e se per una volta ci fosse qualcosa di buono?


    Comunque mi hai fatta ridere <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcosa di buono tra le opere o qualcosa di buono nel format?

      Nel format non credo. Dovevano avere le palle di fare un prodotto di nicchia, se vuoi. Veramente letterario o tecnico o per esperti. L'idea non era male, forse anche nuova, ma realizzare il calco di uno qualsiasi dei talent arrivati alla 10 stagione non mi sembra vincente, considerando il target a cui Masterpiece si rivolge. Credo che televisivamente parlando non abbia funzionato nulla e sono d'accordo con l'articolo che hai linkato quando parla di biografia/scrittura: legame proposto in termini sbagliati e, alla fin fine, da guardoni.

      Se invece intendi che qualcosa di buono può esserci tra i romanzi proposti, senz'altro. Alla fine è un provino, un'audizione alla stregua di altri metodi di selezione più tradizionali. È questione di culo.

      (Per servirla, milady <3)

      Elimina
    2. Parlavo del format, sì, ma ne parlavo da perfetta estranea alla cosa, non avendolo visto. Ma ciò che hai scritto qui sopra conferma i miei dubbi e le mie rimostranze. Non fanno che vendere al miglior offerente il miglior caso umano. Se siamo fortunati, se qualcosa di buono c'è negli scritti, forse verrà fuori, se non verrà soffocato prima dalla prepotente presenza della biografia di ogni concorrente. Guarda ci manca solo la De Filippi che sbuchi all'improvviso.

      Ti ricordi "Per un pugno di libri?". Io l'amavo.

      Elimina
    3. Per un pugno di libri era stupendo. Semplicissimo, molto televisivo ma anche puntuale: parlava di libri STOP. Niente altre cazzate nel mezzo. Lo seguiva chi voleva sentir parlare di libri, non altri capitati per caso.
      Avrei dato un arto perché la mia classe partecipasse.
      (Questi i sogni proibiti della preadolescenza)

      Elimina
  5. Ma ahahahahahahahahahahahah ti adoro!

    RispondiElimina
  6. Non posso crederci che l'abbiano fatto veramente...

    RispondiElimina
  7. Me lo sono persa ma a quanto pare non mi sono persa molto.
    Risate escluse.

    RispondiElimina
  8. Me lo sono perso ma a quanto pare non mi sono persa niente di veramente bello.
    Risate a parte.

    RispondiElimina
  9. Io ho la tiroide un po' sballata e mi ubriaco col vin brule'.
    Funziona? Posso scrivere anche io?

    Ma aldila' di tutto...dove stracazzo hanno messo gli editor?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo che puoi! Drammi ipertirodei affogati nel vin brulè.

      Elimina
  10. gli sconosciuti col bisogno di essere notati
    e i cantanti col bisogno di vendere i dischi
    e i ballerini col bisogno di fare la piroetta davanti a tutti
    ed i cuochi col bisogno di preparare la quenelle in mondo visione

    e poi la versione famosa di TUTTI loro...

    ma io dico.

    ma avevamo poi tanto bisogno anche di stì due imbecilli col pallido dantesco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La quenelle ha appena ricevuto una stella sulla walk of fame.

      Elimina
  11. oddio oddio, ne ho visto un pezzo in streaming XD Non so se sia peggio il voice over , quello mezzo indemoniato o De Cataldo che in un momento ischemico l'ha paragonato a Fante ahahahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. De Cataldo.
      De Cataldo.

      De Cataldo ha pure detto all'ex carcerato "Io qui vedo tutto Chandler".

      Vomito.

      Però domenica me lo riguardo e rido forte.

      Elimina