Passa ai contenuti principali

Cinedomeniche vol XII - X-Files.

Il concetto di cinedomenica cozza tragicamente con il caldo.
Se, infatti, alla cinedomenica levi il divano, la copertina, la tisana bollente alla liquirizia, e li sostituisci con un asciugamano di spugna steso sul pavimento su cui adagiarti come novella balenottera con un ventaglio di paglia in mano, il  bestemmione a fior di lingua diventa un pericolo REALE.
Le serie tv salvano da questa abitudine socialmente inaccettabile per la loro natura modulare (ciao Architetto, hai visto che bella parola da Architetti che ho usato? Ciao <3): piccoli elementi facili da maneggiare (le puntate), intervallabili da pause lattementa/orzata/gelato e combinabili in costruzioni potenzialmente infinite.

Costruzioni. Potenzialmente. Infinite.

Ho iniziato a vedere X-Files, amici. Ho iniziato a vederlo come fosse una novità HBO uscita l'altro ieri.

"Ma, secondo te,  non c'era un bagno con la porta?"

X-Files è il "Signore degli anelli" delle serie tv: infinito.
9 stagioni e due film. Non li fanno più da nessuna parte, amici. In un mondo in cui qualsiasi cosa deve funzionare subito e benissimo non c'è tempo di arrivare a 9 stagioni. Non c'è il tempo di arrivare nemmeno a 6. Ti fanno fuori dopo 6 mesi o già alla puntata pilota. Arrivederci e grazie.
X-Files invece è il tuo migliore amico. Non ti abbandona mai, nemmeno nelle afose notti d'estate. Nemmeno in quelle d'autunno e probabilmente anche nelle prime sere invernali.

Non starò qui a parlare del fatto che, probabilmente, senza X-Files non avremmo visto metà dei prodotti sci-fi che la tv americana ha sfornato (in primis Fringe). Non ho intenzione di discettare sulla reale possibilità che vi sia vita nell'universo o sul rapporto tra la continuity e gli episodi autoconclusivi, soprattutto perché non so cosa significhi "discettare".

Voglio parlare dell'essere donna in X-Files.
Voglio parlare di Santa Dana Scully.


 

Outfit of the day in the woods.

Borsa di studio in Fisica, laurea in Medicina, Dana Scully diventa patologo forense ed entra nell'EFFBIAI.
Dana è intelligente, sa un miliardo di cose e, nonostante un tragico gusto nella scelta del vestiario dovuto alla costante esposizione a radiazioni di origine aliena, è bella.

E' bella, amici.
E' intelligente, è bella.
E non scopa MAI.

Parliamone.

X-Files è una tortura per gli addicted alle serie degli anni 2000 perché è del tutto privo di tensione sessuale. Mulder e Scully sono soltanto colleghi. Colleghi. Ma ve li immaginate Peter e Olivia che sono soltanto colleghi?
Vi espongo brevemente il Primo Postulato Fondamentale dell'Intrattenimento Seriale.

Dati un uomo e una donna piacenti che lavorano insieme e che rischiano la vita ogni giorno in misura superiore a 100 - in una scala che va da 1 (Sabrina vita da strega) a 300 (Game of Thrones) - , essi sono tenuti a finire a letto entro, e non oltre, le prime 20 puntate e, comunque, sono pregati di girarci attorno molto spesso.

E invece no, negli anni '90 questo postulato non valeva, probabilmente a causa del diffondersi dell'orrenda piaga delle spalline, antisesso del millennio secondo l'Istituto Helvetico Sanders e il dipertimento di Filosofia di Oxford.

Non illudetevi, come ho fatto io, che Dana e Fox concludano qualcosa. Non illudetevi che una delle prime puntate in cui Scully va da lui in reggiseno, spaventata da un escrescenza sulla schiena, sia solo l'inizio di un'intesa sessuale che andrà avanti, tra alti e bassi per 9 anni.
All'EFFBIAI si lavora, gente. Non sprechiamo mica i soldi dei contribuenti. Testa bassa e autopsie.
Perché allora pensare a Dana come una povera martire votata alla castità, e non Fox?
Perché Fox non è un uomo. Fox conduce la sua vita in maniera assolutamente asessuata.
FOX NON HA NECESSITA' CHE COMPRENDANO IL RIMANERE NUDO ACCANTO A UNA DONNA CHE NON SIA DI UN ALTRO PIANETA.
Perché, cristosanto, la povera Dana deve soffrire in questo modo? Lei la necessità di cui sopra, ce l'ha. Lo sento.
Cosa vuoi dirci, Chris Carter? Dana è troppo intelligente per un sano rapporto sessuale?  
Non se lo merita forse?

Beh, mi oppongo a questa castità dilagante.
Anche una donna con le spalline merita sesso, soprattutto se a darglielo sarà un uomo con le spalline.

Sono alla quinta stagione. Per adesso la poverina ha rimediato un bacio in fronte, ma solo perché stava morendo. La sua vita è sempre più dura, piena com'è di mille tranelli.




Stasera si continua. Stese per terra con il ventaglio di paglia.
Io spero, perché sono una donna e voglio il bene di un'altra donna.
Io voglio credere che Mulder possa in fretta prendere possesso del proprio corpo e di quello di Dana.




*Amici, lo so che poi alla fine si quaglia. Lo so. E però dovevo parlare. Il mondo doveva sapere.

Post popolari in questo blog

Alcune cose che potrebbero interessarvi ma, molto più probabilmente, no.

Salerno #2
Quando questo inverno sono andata con l'Architetto a Salerno per una due giorni su due ruote, non sapevamo che sarebbero stati due giorni sotto la pioggia e nel vento polare artico.
Non avevo ancora iniziato a vedere Game of Thrones, quindi non potevo sapere che gli Stark parlavano di Salerno dicendo "winter is coming". Se ne dedusse che Salerno è più fredda del capoluogo di regione.
Ebbene oggi, dopo una due giorni su due ruote, deduciamo che Salerno è anche più calda del capoluogo di regione.
A Salerno sono degli sboroni.
The fucking summer is here.




Io i capelli li lavo con un Chianti del '71.
Ovviamente Salerno significa Lush, che significa fior fior di euro gettati sull'altare della Dea Bellezza, che significa farsi fottere da commesse troppo gentili.
Io ero andata preparata, pronta ad uccidere.
Nessun "voglio dare un'occhiata".
Nessun "non mi serve niente di preciso".
Entro, saluto, CHIEDO quello che mi serve (per le curioso…

Il compleanno del maschio: guida alla sopravvivenza.

Temuto come un attacco di ridarella durante la santa messa, arriva il compleanno dell'Architetto.
O della vostra metà che fa qualsiasi altro onorato mestiere.
Non dite che non vi sale un brivido lungo la schiena, perché non vi crederò. Il compleanno di una persona amata è un momento bellissimo perché potete dimostrargli quanto gli volete bene, attraverso la cura e l'attenzione nella scelta del pensiero per quel giorno speciale.

STRONZATE.
Queste cose lasciatele dire alle decerebrate che insegnano bon ton su real time.
Fare regali a un uomo è difficile, amiche mie. E quanto più lo amate questo uomo, tanto più sarà difficile. E da quanto più tempo starete insieme, a quest'uomo, tanto più sarà difficile.
Maschi che leggete: osate forse dire che fare un regalo a una donzella sia complicato? Lo confermate pubblicamente, davanti alla giuria?
MI OPPONGO VOSTRO ONORE.
Trucchi, gioielli, bigiotteria, smalti. Trucchi rosa, gioielli rosa, bigiotteria rosa, smalti rosa. Rose. Rose ros…

Cinedomeniche vol. XI - Maggio.

Tutti a lamentarvi di questo mese climaticamente pazzerello.
L'avete chiamato in tutti i modi, umiliandolo con neologismi quali maggembre, signori miei.
MAGGEMBRE.
Non vi vergognate? NO, dato che avete partorito anche GIUGNAIO. Meritate 40 frustate. Imparate dai francesi, che sapevano inventare calendari meglio di voi.
Perdonatemi, ma non capite niente. Anche se sono costretta a un abbigliamento inadeguato (ora indosso t-shirt di cotone, cardigan di lana, pantalone di lino, calzini e infradito) sono felice perché ho goduto di un altro mese sul divano con la copertina. E come si guardano film con la copertina, non si guardano senza.
Se c'è bisogno che ve lo spieghi, non so più cosa pensare.