mercoledì 19 giugno 2013

Alcune cose che potrebbero interessarvi ma, molto più probabilmente, no.

Salerno #2
Quando questo inverno sono andata con l'Architetto a Salerno per una due giorni su due ruote, non sapevamo che sarebbero stati due giorni sotto la pioggia e nel vento polare artico.
Non avevo ancora iniziato a vedere Game of Thrones, quindi non potevo sapere che gli Stark parlavano di Salerno dicendo "winter is coming". Se ne dedusse che Salerno è più fredda del capoluogo di regione.
Ebbene oggi, dopo una due giorni su due ruote, deduciamo che Salerno è anche più calda del capoluogo di regione.
A Salerno sono degli sboroni.
The fucking summer is here.


Occhiali gialli da persona adulta.


Io i capelli li lavo con un Chianti del '71.
Ovviamente Salerno significa Lush, che significa fior fior di euro gettati sull'altare della Dea Bellezza, che significa farsi fottere da commesse troppo gentili.
Io ero andata preparata, pronta ad uccidere.
Nessun "voglio dare un'occhiata".
Nessun "non mi serve niente di preciso".
Entro, saluto, CHIEDO quello che mi serve (per le curiosone: Fresh Farmacy - perché Muffin di Plastica m'ha fatto venire voglia - e Caffè Caffè, l'hennè per chi non ne ha abbastanza dell'hennè e vuole continuare a cullarsi nei propri fallimenti). Quasi non sanno cosa fare tanto il mio comportamento è inaspettato.
Sto per pagare quando la cassiera mi fa la domanda da un milione di dollari.


Come lo lavi via l'hennè? :)

Io avrei dovuto rispondere Con l'acqua, cretina. Però dovete sapere che nella vita reale non ho mai la risposta pronta come nella vita fake sul web, quindi ho detto una cosa a caso e fortuna ha voluto che fosse la cosa a caso sbagliata. Ho detto

Con quello che capita, non ho mai usato uno shampoo Lush

e quella è svenuta e abbiamo dovuto chiamare qualcuno che avesse fatto sua, ai nostri giorni, l'antica usanza dei sali.
Così me ne sono uscita da lì pure con uno shampoo. Confezione piccola però, che 20 euri per quella grande mi parevano troppi. Però forse non erano troppi dato che, con quella piccola, non ci faccio nemmeno 3 shampoo normali, figuriamoci uno in cui devo togliermi dalla testa le Paludi della Tristezza dove trovò la morte il fido Artax.

Benvenuti al sud.
Ci sono eh, cose che mi piacciono della vita in terronia. Il caldo no, ecco. E nemmeno il fatto che non funzioni nulla (molto più nulla del nulla che non funziona su da voi). E nemmeno il fatto che ogni qualsivoglia cazzo della vita si festeggi mangiando. Io sono cresciuta in una famiglia minuscola e di scarso appetito, in cui a Natale, se tutto andava bene, eravamo in 5: non concepisco un orizzonte fatto di tavolate che comprendono i cugini di settimo grado, meno che mai se l'occasione è una prima comunione.
La piccola Federica, con il suo parentado molesto, conquista il più alto numero di bestemmie nella giornata di domenica a causa di un pranzo lungo sette ore, con tanto di DJ, sassofonista e cuginetto impazzito al pianoforte. Un caro saluto anche allo zio Pasquale che alle 15:30 ha deciso di interrompere "la quiete della campagna salernitana" con una fulgida interpretazione di "Spusalizio e' marenaro".


Tanto amore per Helsinki.

Il segreto di un rapporto così duraturo? Parliamo molto.
Se volete tenervi stretto il vostro uomo o la vostra donna non leggete gli articoli su Cosmopolitan e "50 sfumature di grigio".
Parlate. Parlate sempre. Parlate in ogni momento.
Anche di notte.
Anche mentre dormite.

[Interno, notte. I due dormono.]

Architetto: Maria'.
Io: Mmpf.
Architetto: Marianna?
Io: Mmpf...Eh...Dimmi.
Architetto: Passami il gelato.
Io: Ma quale gelato?
Architetto: Quello lì, sul comodino.

[Lei si gira a controllare. Nessun gelato e, soprattutto, nessun comodino.]

Io: Architetto, tesoro mio, non vorrei sembrare scortese, ma credo che tu stia dormendo.
Architetto: Se vabè, starai dormendo tu. Io so quello che dico.

Sipario.


Tanti auguri alla mia patente.

A luglio 2003 io avevo già diciotto anni, signori miei. Avevo appena preso un voto deludente alla maturità e messo insieme una serie discreta di figure di merda all'orale (avevo finito l'anno con 9 in matematica, amici. NOVE. Ma la prof - pace all'anima sua - doveva essere ubriaca, giacché tuttora non sono in grado di fare semplice operazioni aritmetiche. Durante la terza prova lasciai il quesito di matematica orgogliosamente in bianco e all'orale fu un disastro).
Ma sto divagando.
Io nel 2003 ho preso la patente e oggi pomeriggio sono andata a rinnovarla e mi sono sentita vecchia nonostante gli occhiali gialli scemi, le Superga bianche da bambina e la maglietta blu sbarazzina. Cerco di mimetizzarmi tra i maturandi ma non ci sono tecniche di camouflage così avanzate. Nonostante sempre molti mi dicano che sembro non più che ventiquattrenne, sono vecchia, amici.
Alcune mie coetanee hanno già figliato. Quasi tutte sono già sposate.
Io ho finito di vedere la prima stagione di X-files. Ecco cosa posso dire di aver concluso.
Ma sto divagando.
Volevo dirvi che una cosa che mi piace della Terronia è che le pratiche ufficiali si fanno alla cazzo.
In Terronia potrebbe capitarvi di fare una visita oculistica di gruppo da un medico improbabile che non inizia finché non ha finito di ascoltare tutti i messaggi della sua segreteria telefonica, e che poi vi chiede di dargli i vostri occhiali, e ci guarda attraverso, e vi dice Azz signuri', siete miope forte, eh? e la visita è praticamente bella che finita, e tutti - gli altri pazienti e quelli della scuola guida - ridono allegramente, e pure voi vi mettete a ridere, perché in fondo una cosa così a raccontarla sembra inventata ma sta succedendo veramente.
Share This:    Facebook  Twitter  Google+

22 commenti:

  1. La cassiera che sviene, questa sì che è vita vera :)
    Bellissime le foto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamenti drammatici in cui però, alla fine, lo prendo sempre a quel posto io.

      (<3)

      Elimina
  2. Io da terrona, ma terrona proprio profonda, mi sono divertita un sacco a sentire questi
    aneddoti. È vero,tutto ciò esiste.
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diffondiamo il verbo. La gente deve sapere.

      Elimina
  3. Iniziamo dal fatto che sei bellissima nella foto. Per quanto riguarda le mie chiacchierate notturne hai ragione ma non dimentichiamo le tante volte che mi hai mandato a quel paese mentre dormivi, almeno io volevo offrirti un gelato. Un saluto speciale a zio Pasquale che ci ha rallegrato il pomeriggio che doveva essere di relax , almeno alla fine potevano offrirci un pezzo di torta visto che la testata del letto confinava col tavolo della festeggiata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione non sono stata onesta.

      [interno, notte. I due stanno per andare a dormire]
      Io: Architetto, mi raccomando. Non posso dormire a pancia sotto per via del torcicollo. Se mi vedi dormire così svegliami, fammi girare, fai qualcosa per l'amor del cielo.
      Architetto: Ok, tranquilla. Buonanotte amore.

      [Durante la notte lui si sveglia. La vede dormire a pancia sotto. Tenta di farla girare]

      Io: Mmpfgklshwwo0kskl&%£( Architetto porca puttana, ma vaffanculo.

      Sipario.

      (<333)

      Elimina
  4. ahahaha bellissimo l'episodio da Lush XD
    e che bello un giro su due ruote, anche io voglio farlo... Ale mi promette da quando ci siamo messi insieme (ormai quindi un anno e mezzo fa) di portarmi qualche giorno in Toscana in moto... sto ancora aspettando! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bellissimo se si è bene attrezzati. Ale sbrigati, no!?!
      :D

      <3

      Elimina
  5. tanti auguri alla tua patente!!!

    RispondiElimina
  6. Anche la mia prof mi diede 9 in matematica. All'orale ebbi un grosso vuoto di memoria ma mi diedero comunque il massimo più 3 punti bonus. Peccato per la domanda di scienze lasciata in bianco praticamente nel compito della 3 prova altrimenti avrei preso 100. Ma va bene cosi.

    Io ho comprato la settimana scorsa un paio di occhiali da sole (fasulli) color blu acceso, tanto per passare inosservata.
    <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo gente giovane dentro e bellissima fuori <3

      Elimina
  7. Evviva Lush! Quale shampoo ti hanno rifilato?
    Non temere è cosí cje ti assoldano...tanti sorrisini e poi quando diventi la cliente molesta ti ODIERANNO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello alla birra. Mi ci sono lavata i capelli già una volta, mi è piaciuto molto! (poi come campioncini il sapone "Non si mangia" e la crema mani "Mani ah! Di cui non mi piace tanto l'odore però)
      Se dopo quello che mi stanno facendo spendere si rivoltano anche contro di me, facciamo una spedizione punitiva in tutti i punti vendita!

      Elimina
  8. visto quanto posso parlare [anche da sola] direi che il mio matrimonio è in una botte di ferro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E bellissimo parlare da soli. Quando lo faccio poi ho sempre ragione.

      <3

      Elimina
  9. Ma tu sei bellissima.
    Ciò oltre che intelligente scopro anche che sei estremamente fica.
    Molla l'architetto e scappa con me!

    Lo shampoo alla birra non è male anche se a me, dopo un po', il profumo aveva stancato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, lo so. Il buon Ivan Graziani parlava di me dicendo "la sua carica sessuale si spandeva nel locale". La bellezza estrema è sempre stata un mio problema.

      (Effettivamente tra la birra, il cognac e i limone sembra di avere un insalata in testa. Consigliami uno shampoo Lush, ti vedo preparata).

      <3 <3

      Elimina
    2. L'Ivan nazionale ci aveva visto giusto, allora.

      Comunque in tutta onestà ho provato solo quello e il Godiva che è solido. Molto buono il profumo ma i capelli mi si sporcavano velocissimamente. Per gli Shampoo io Lush la boccio.

      Elimina
    3. Buono a sapersi. Per adesso mi sto trovando benissimo con questo alla birra, ma in caso non sperimento altro. Grazie grazie <3

      Elimina
  10. Odio innato per le cassiere ficcanaso!

    RispondiElimina