lunedì 15 aprile 2013

Tu chiamala se vuoi influenza.

Il rapporto più intenso di questo mio fine settimana è stato con le mattonelle del bagno.
Mi ci sono seduta sopra, le ho guardate da tutte le angolazioni, ci ho poggiato la fronte, mi ci sono pure addormentata, verso le cinque del mattino.
Poi è stata la volta del letto, con le lenzuola a righe, e il mio pigiama a righe, e le righe dei libri che ci ho sparso sopra.
Adesso ho azzardato la sedia della scrivania, ma no, sono pazza: mi gira la testa. Torno a letto.
Ci vado con Hemingway e spero ci divertiremo.


Share This:    Facebook  Twitter  Google+

8 commenti:

  1. Che poi, tutte quelle righe, non avranno fatto male?
    Guarisci! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno fatto sicuramente un po' effetto optical, ma mi hanno fatto pure un sacco di compagnia!

      Grazie <3

      Elimina
  2. Maledetta influenza.
    Riprenditi <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per forza, mi sono rotta le palle a letto per quasi 4 giorni.

      Grazie Cri <3

      Elimina
  3. gaviscon in bustine, fa schifo, ma funziona. Io ci sono sopravvissuta a un'influenza intestinale con gastrite. Riprenditi cara :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco il Gaviscon mi manca, non l'ho mai preso. Lo segno per la prossima volta, ché il sapore schifoso dei medicinali non mi ha mai fermato se mi promettono ricchi premi e guarigione.

      Grazie cara <3

      Elimina
  4. oddei anche il mio ragazzo se l'è beccata settimana scorsa... e sembrava dovesse morire da un giorno all'altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono un po' pallida dato che non mangio niente da 3 giorni, ma spero di non abbandonare questo corpo troppo in fretta, ché ancora qualche soddisfazione me la dà!

      <3

      Elimina