martedì 26 marzo 2013

Fireworks.

Ogni sera una festa di piazza e i suoi fuochi d'artificio. Vedo lungo, lontano, fino a Caserta e oltre. Festeggio anche io il mio santo patrono, con i banchi delle caramelle e le insegne sacre. Mischio l'anima e il cuore malandato con la polvere da sparo.

Share This:    Facebook  Twitter  Google+

4 commenti:

  1. Caramelle e polvere da sparo possono, un po', infilarsi nelle nostre fratture e curare. Darci l'illusione d'integrità. Fino all'arrivo del vento. Ma va bene. Sappiamo aspettare, no?, il prossimo patrono.

    RispondiElimina
  2. Come sarebbe cuore malandato? c'è qualcosa che devo sapere?

    Scusa se il mio commento è meno poetico di quello di Mareva, anzi chiedo scusa ad entrambe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no. C'è uno che m'ha fatto passare la depressione.

      Elimina