venerdì 1 febbraio 2013

Epistolario.


Carissimi organizzatori di rassegne cinematografiche mediamente interessanti,

sono una sopravvissuta.
Sono superstite alla grande epurazione/ammutinamento/rompimento-di-coglioni-da-lavoro-non-retribuito che affligge la redazione di uno sfigatissimo settimanale online, su cui, francamente, provo vergogna a mettere il mio nome, tanto che ho ipotizzato al direttore la possibilità di firmare i miei pezzi con lo pseudonimo di "Carmen Sandiego".
Ha riso molto, credendola una battuta scherzosa.
Vi scrivo comunicandovi che, da alcune settimane, avete l'onore di essere presenti sulla nostra rivista. Segnaliamo infatti ai nostri lettori l'appuntamento con la vostra rassegna cinematografica mediamente interessante.
I responsabili di eventuali tafferugli in sala sono certamente quei nostri tre o quattro lettori. Salutateli con la manina, a loro farebbe piacere. E comunque noi non ci assumiamo nessuna responsabilità per i danni che potrebbero causare a cose o persone.
Ora: noi abbiamo le nostre colpe verso l'umantà, ma voi non scherzate mica. Perché se è vero che una rassegna che dura tutto l'anno necessita di un certo periodo per la definizione del programma, è ugualmente vero che non potete rendere note le proiezioni previste con tre giorni di anticipo. Ché già il tutto è mediamente interessante, poi non lo pubblicizzate adeguatamente, poi perdete l'occasione di finire su settimanali prestigiosi come il nostro: insomma!
Chi cazzo vi ha messo lì a organizzare rassegne di film? 
A che razza di vita sono destinata? Uscire e entrare in un milione di siti in cerca di informazioni che non trovo, non rassoda nemmeno i glutei. Voglio dire: se almeno lo sforzo servisse a qualcosa!
Chi devo minacciare per avere il programma di febbraio?
Quanti ostaggi devo uccidere per avere quello completo?

Certa della vostra più completa collaborazione, mando i miei più cordiali saluti.

M.
Share This:    Facebook  Twitter  Google+

5 commenti:

  1. Dov'è la selezione naturale quando serve? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si verrà a scoprire che quelli fottuti dalla selezione naturali saremo noi.

      Elimina
    2. Un ribaltamento di prospettiva che porterebbe anche alla fine del mondo!

      Elimina
  2. ci sono cose che NESSUNO dovrebbe sapere e vedere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono giornate che non dovrebbero cominciare.

      Elimina