domenica 2 dicembre 2012

(30) days of poetry. Day #2.

E le donne non contano nella famiglia.
Voglio dire, le donne da noi stanno in casa
e ci mettono al mondo e non dicono nulla
e non contano nulla e non le ricordiamo.
Ogni donna c'infonde nel sangue qualcosa di nuovo,
ma s'annullano tutte nell'opera e noi,
rinnovati così, siamo i soli a durare.
Siamo pieni di vizi, di ticchi e di orrori
- noi, gli uomini, i padri - qualcuno si è ucciso,
ma una sola vergogna non ci ha mai toccato,
non saremo mai donne, mai ombre a nessuno.

(Cesare Pavese, Antenati)
Share This:    Facebook  Twitter  Google+

2 commenti:

  1. Mi è piaciuta molto. Forse ho colto io qualcosa che in realtà non c'era, però m'è piaciuta.

    RispondiElimina
  2. Leggila tutta (è bella lunga, ne ho copiato solo una strofa). Non credo che si possa cogliere qualcosa di sbagliato in una poesia. Il fatto che ti abbia detto qualcosa è tutto.

    RispondiElimina