martedì 18 dicembre 2012

(30) days of poetry. Day #18

I miei occhi sono bruciati dentro i tuoi occhi, dentro i tuoi pacchi: sono bruciati
come ragni bruciati, come giornali, come giorni:
i miei occhi di felci
e di fieni e di fiati: che sono bruciati come mani bruciate, come vetri
bruciati, come pipe:
i miei occhi che sono bruciati come gli occhi che sono bocche
che cantano: e ti cantano questa canzonetta, in questo reparto speciale, al San Martino.

(Edoardo Sanguineti - da Postkarten, 48)
Share This:    Facebook  Twitter  Google+

1 commento:

  1. non mi piace per niente questa poesia...
    è poco netta...
    la poesia è volo, ma questo è un tantino troppo pindarico!

    RispondiElimina