domenica 15 gennaio 2012

Il senso delle proporzioni.

E’ un film ricco di avventura, c’è un po’ di Indiana Jones e rocambolesce scene d’azione. Abbiamo voluto creare un’opera di grande respiro, che comprendesse la vita intera. Ci sono grandi spazi e paesaggi, un’esperienza indimenticabile. Abbiamo voluto introdurre un’evoluzione del carattere dei personaggi che non sono fermi al punto di partenza, ma sono cresciuti, maturati, si sono evoluti rispetto al primo film. C’è una crescita. Noi crediamo nell’introspezione: in questo modo si crea un percorso interiore credibile e umano.

Il regista di Alvin superstar 3 all’uscita del sequel.
Alvin superstar 3.
Cito a memoria da un’intervista vista, in un momento di smarrimento, in tv.

A me spesso quello che scrivo, fa un po’ schifo. Magari è un buon segno.
Share This:    Facebook  Twitter  Google+

0 commenti:

Posta un commento